Piero Pelù con ROBE e INFiLED per Benvenuto al Mondo Tour

Piero Pelù con ROBE e INFiLED per Benvenuto al Mondo Tour

Piero Pelù è tornato sul palcoscenico in un mini-tour dal sapore “rock”: sei concerti hanno impegnato il cantautore dal 13 al 22 novembre 2019 per Benvenuto al Mondo Tour. Dopo la data zero all’Atlantico Live di Roma, la tournée si è spostata nel centro-nord Italia con un’ultima data al Tuscany Hall di Firenze.

Prodotto da Friends & Partner, Benvenuto al Mondo Tour è stato accompagnato dai prodotti ROBE e INFiLED forniti da Losito Music Service S.n.c. di Alessio Losito per il progetto luci e video di Martino Cerati.

«Ho cercato di progettare qualcosa che fosse estremamente semplice e veloce da montare e smontare, e che potesse comprendere sia una parte video sia una parte scenografica d’effetto ma senza richiedere grandi lavori in quota – racconta Martino.

«Avevamo la necessità di utilizzare strutture visibili a terra che fossero in grado di sostenere luci a più di 3 metri di altezza ma anche sorgenti disposte su più profondità. In risposta a questa esigenza sono stati creati dei “ladder” con rotelle che in questo caso erano vere e proprie torri a scaletta a più altezze. Sono stati creati anche dei dolly custom per contenere sezioni 2×2 di pannelli video già cablate e montate, altri 3×2 metri di schermo video e una sezione tubolare portante a scomparsa per il posizionamento dei proiettori a oltre 3 metri di altezza.

«L’utilizzo di dolly con rotelle è diventato per me fondamentale, soprattutto in luoghi come i clubs. In questa particolare tournée la sfida più grande è stata quella di ampliare le volumetrie delle strutture e dei prodotti in esse contenuti per ottenere risultati davvero importanti in termini di quantità e spazio, pur mantenendo tempi di allestimento e smontaggio molto brevi.»

In tournée c’erano 18 Pointe, 12 LEDBeam 100 e 12 LEDWash 600 di ROBE, più 24 m2 di pannelli ER Indoor passo 3.9 di INFiLED.

Racconta Martino: «Ho realizzato personalmente il progetto luci in studio a Milano, pre-programmato con wysiwyg. Alla collaborazione in studio con Giulio Zucco e Luca Magnino di Losito Music Service è seguita la messa in opera in data con Andrea Arlotti».

«Ho utilizzato i proiettori ROBE per grandi controluce e grandi tagli», spiega Martino.

8 Pointe sono stati suddivisi in coppie per ciascun dolly video: la sezione tubolare contenuta nei dolly ha permesso di posizionare i proiettori a circa 3,4 metri dal suolo. Altri 10 Pointe sono stati posizionati a terra, suddivisi in coppie e montati alle basi di 5 ladder con rotelle.

Un LEDWash 600 è stato disposto su ciascuno di questi 5 ladder mentre altri 6 sono stati utilizzati per la luce di taglio che ha riempito il palco e illuminato l’artista.

Per il parco luci sono stati scelti anche 12 LEDBeam 100 distribuiti a diverse distanze sul palcoscenico per coprire le singole posizioni della band e di Piero con luce di taglio e frontale. Alcuni di questi proiettori sono stati utilizzati con filtri diffusori da 20° o 40° per distribuire la luce al meglio: «Piero è un artista molto dinamico sul palco e aveva uno spazio di 2×8 metri per muoversi, quindi gran parte dei LEDBeam 100 ha illuminato soltanto lui sia da terra sia di taglio esterno al layer», racconta Martino.

«In generale – continua Martino – ho apprezzato tutti i prodotti ROBE utilizzati in questo tour per la loro versatilità. In particolare, i LEDBeam 100 mi hanno permesso, grazie alla loro compattezza, di ottenere una luce beam ma utilizzando pochissimo spazio di trasporto e con consumo e peso ridotti; allo stesso tempo li ho utilizzati come wash ogni qualvolta ho avuto la necessità di ampliare le sorgenti. Riguardo i LEDWash 600, il loro zoom e i loro colori sono ottimi e mi hanno spesso aiutato con l’utilizzo espanso e le corone di LED.

«Scelgo spesso prodotti ROBE e INFiLED: sono marchi affidabili e Losito Music Service, con cui lavoro spesso, appoggia pienamente la mia scelta e ha a disposizione quasi tutti i prodotti che richiedo e con cui mi sento tranquillo a lavorare.»

Martino prosegue parlando degli schermi video: «I contenuti video, creati da Jolanda Fiarè, sono stati gestiti dal banco via Art-Net da Luca Magnino e riprodotti su 4 schermi video alti 3 metri e larghi 2 metri, composti da sezioni da 2×2 pannelli pre-montate su dolly custom con rotelle».

I contenuti video, realizzati in parte prima dell’allestimento e in parte in loco, erano legati a Piero e tenevano conto sia dei brani sia degli spazi sul palco.

«Dopo le prime riunioni – spiega Martino – sono emerse esigenze di scena, come ambiente, forme e passaggi di artisti sul palco, che ci hanno vincolati parecchio su alcuni aspetti estetici nella creazione dei contenuti e nella disposizione degli schermi montati su dolly custom.

«Oltre al peso ridotto e all’affidabilità, ho scelto i pannelli LED di INFiLED perché mi hanno permesso di ottenere schermi video con una buona qualità dell’immagine grazie ad un buon bilanciamento di luminosità e contrasto dei pannelli. Inoltre, l’uniformità e la resa cromatica di questi pannelli INFILED si sposa perfettamente con gli utilizzi dei colori dei proiettori ROBE. Altre note a favore dei pannelli ER 3.9 riguardano il montaggio, che è risultato agile in magazzino, e il peso ridotto, che ha rappresentato un vantaggio una volta montate le sezioni su dolly.»

Conclude Martino: «Scegliendo INFiLED vado sempre sul sicuro e questo agevola il mio compito: i pannelli LED di questo marchio mi hanno permesso di lavorare con l’immagine senza farmi sovrastare dalla potenza del LED, mantenendo allo stesso tempo una superficie “morbida“, mai invasiva e sempre equilibrata nella presenza scenica e fotografica.»

© RM Multimedia S.r.l.
© Photo: Giuseppe Maffia
Lighting designer e programmatore luci: Martino Cerati e Andrea Arlotti
Programmatore video: Luca Magnino
Service luci: Losito Music Service S.n.c
Motion designer & Art: Jolanda Fiarè